DISTURBO DELL'ATTENZIONE

L’attenzione è un fenomeno molto complesso e implica l’attivazione di diversi processi , come ad esempio:

- la selettività, che è la capacità di selezionare stimoli pertinenti,

- la resistenza alla distrazione, che implica la capacità di evitare la perdita di attenzione o il cambiamento involontario del focus attentivo;

- l’attenzione sostenuta che consente di mantenere a lungo termine la concentrazione,

- l’attenzione divisa ,che consiste nel mantenimento della concentrazione su due stimoli senza che uno di essi diventi prevalente.

- l'arausal, che è l'attivazione fisiologica

Queste abilità attentive sono indispensabili affinchè gli apprendimenti scolastici possano progredire correttamente, e ne costituiscono i prerequisiti.

La valutazione delle abilità attentive è di grande importanza nella valutazione dei deficit di sviluppo e delle disabilità di apprendimento , proprio per la centralità delle funzioni attentive nei processi di apprendimento scolastici.

Per la sindrome da iperattività, con o senza problemi di apprendimento, si devono valutare difficoltà di autocontrollo e autoregolazione.L’attenzione è un processo di filtro e selezione delle numerose informazioni che attivano i sistemi sensoriali.

E’ un sistema che deve fornire risorse che sono limitate per svolgere compiti che richiedono concentrazione, vigilanza, allerta. Quando le risorse attentive sono poche il soggetto ha difficoltà a concentrarsi ad essere pronto a svolgere compiti protratti nel tempo e soprattutto a richiamere volontariamente l’attenzione.

 

TIPOLOGIE

Si disingue in Iperattività e Disattenzione. In generale I criteri dell'ICD-10 prevedono sempre almeno un sintomo di impulsività per la diagnosi.

La caratteristica discriminante di entrambe le tipologie è che il disturbo di attenzione è pervasivo e non situazionale . In particolare per la disattenzione, possiamo indicare i seguenti sintomi:

1. Difficoltà a portare a termine i compiti assegnati 

2 . Distribilità a stimoli udutivi e visivi

3. Mancanza di organizzazione

4. Sembra non ascoltare

Per l'iperattività possiamo definire tipici i seguenti sintomi:

1. L'impulsività e movimento continuo

2. Pattern di risposte rapide ed inaccurate

3. Non rispetto delle istruzioni

4. Comportamento disinibito